AlphaReal MGMT

Target: Glioblastoma
Tecnologia: qPCR sensibile alla metilazione
Caratteristica: Valore prognostico alla sensitività al Temozolomide (TMZ)

AlphaRealMGT_INT

Principio del kit
Il silenziamento epigenetico del gene MGMT tramite metilazione del promotore è stato associato ad una sopravvivenza generalmente maggiore in pazienti con glioblastoma che, oltre alla radioterapia, sono stati sottoposti a chemioterapia con agenti alchilanti (temozolomide, TMZ).

mgmt

Indicazioni
Trattamento temozolomide e i suoi analoghi esclusivamente in pazienti con il promotore MGMT metilato.
Campioni: Tessuti freschi, freschi congelati o fissati in formalina e inclusi in paraffina
Metodologia: 1.Estrazione del DNA 2.Trattamento con bisolfito di sodio 3.Purificazione del DNA 4.PCR Real Time (molecular beacon)
Formato del kit : 20 test

mgmt2

Validazione clinica
Nello studio sono state inserite 39 neoplasie gliali rimosse chirurgicamente tra il 1992 e il 2002: 25 glioblastomi GBM, 11 tumori gliali al primo stadio, 4 oligodendrogliomi (OL), 5 astrocitomi pilocitici (PA) e 2 astrocitomi fibrillari (FA).
Cè una concordanza perfetta tra il protocollo originale sviluppato da Palmisano et Al. e questa nuova metodologia (MS-qPCR).

mgmt3

Tecnologia
La metodica è altamente sensibile e specifica grazie all’applicazione di una PCR quantitativa sensibile alla metilazione e all’utilizzo di sonde molecular beacon.
Il kit offre la possibilità di quantificare in maniera accurata il livello di metilazione e quindi la risposta alla terapia grazie all’utilizzo di campioni standard e all’analisi di un gene di riferimento.
La grande sensibilità della metodica permette l’ analisi anche di piccole quantità di DNA ottenute da microdissezioni tumorali.

SCARICA LA SCHEDA IN PDF