AlphaLung EGFR

Target: Tumore al polmone
Tecnologia: Sequenziamento SANGER
Caratteristica: Valore prognostico al trattamento con inibitori di EGFR (EGFR TKI) gefinitib e erlotinib

AlphaLung_INT

Principio del kit
EGFR codifica per il recettore del fattore di crescita epidermico (EGF). Il segnale trasmesso dall’attivazione del recettore per il fattore di crescita epidermico (EGFR) è coinvolto nella regolazione di importanti processi biologici tra cui la proliferazione cellulare, l’apoptosi, l’angiogenesi e la capacità di invasione.

Nei tumori polmonari, l’EGFR può essere iperespresso, amplificato o mutato. L’espressione o iperespressione di EGFR si riscontra in circa l’80% dei NSCLC (non small cell lung cancer) e il potenziale effetto prognostico di tale evento rimane controverso. Tuttavia, una metanalisi condotta su un numero complessivo di 2972 pazienti con NSCLC ha dimostrato come l’espressione di EGFR sia maggiore nei carcinomi squamosi rispetto agli adenocarcinomi e non si associ ad una prognosi peggiore.
Il rilevante ruolo biologico insieme alla frequente deregolazione riscontrata in vari tumori, incluso il NSCLC, fanno si che l’EGFR sia un ideale bersaglio terapeutico. primi studi hanno dimostrato che le mutazioni di EGFR sono somatiche e si osservano più comunemente in pazienti con le caratteristiche cliniche predittive per la sensibilità a gefitinib, ovvero nei non fumatori, nelle donne, negli adenocarcinomi e nei pazienti asiatici (3,4). La delezione nell’esone 19 e la sostituzione L858R nell’esone 21 rappresentano le più comuni mutazioni e insieme costituiscono circa l’85% di tutte le mutazioni di EGFR. Tali mutazioni aumentano la sensibilità agli EGFRTKI molto probabilmente inducendo modificazioni del sito di legame con l’ATP nel dominio tirosin-chinasico. Il metodo più comunemente utilizzato per identificare la presenza di mutazioni di EGFR è il sequenziamento diretto degli esoni esoni 18- 19-20-21.

Indicazioni
Campioni: Tessuti fissati in formalina e inclusi in paraffina
Metodologia: 1.Estrazione del DNA 2. 4 PCR per ogni campione testato con enzimi ad alta fedeltà. 3.Trattamento degli amplificati con ExoSAP per la marcatura.
Il kit non fornisce il necessario per procedere alla marcatura e caricamento su sequenziatore automatico di prima generazione (Sanger).
Formato del kit : 40 tests

Validazione clinica
I risultati ottenuti con questo saggio mirano ad aiutare il clinico oncologo ad identificare mutazioni a carico di EGFR (esone 18, 19, 20 e 21) nel DNA genomico isolato da tumori di pazienti con diagnosi di tumore non a piccole cellule del che conferiscono sensibilità/ resistenza al trattamento con farmaci inibitori di EGFR.

Tecnologia
Il limite di individuazione analitica (limite di sensibilità) del kit AlphaLung EGFR è di 20 cellule mutate su 100 cellule analizzate ed è strettamente dipendente dal sequenziatore automatico utilizzato.

SCARICA LA SCHEDA IN PDF